Promuoviamo insieme alle aziende il futuro dei ragazzi: ultima tappa di Jointly Push to Open.

Jointly Push to Open

Push to Open on the Road si è concluso a Milano il 7 febbraio: un viaggio di 17 workshop interattivi che ha toccato otto città e che ha visto coinvolti oltre 1.000 ragazzi da tutta Italia e numerose aziende aderenti al programma: Enel, Eni, Ferrovie dello Stato, Unicredit, Intesa San Paolo, SEA, SACE e Unipol.

Un vero e proprio viaggio per tutta la nostra penisola che ci ha permesso di stare a contatto con i ragazzi di Push to Open, ascoltarli, discutere con loro, sperimentare insieme l’universo del lavoro: “Ho partecipato al workshop su Milano e ha superato senza alcun dubbio le mie aspettative, suscitando in me interesse e curiosità nei confronti di un mondo che non sentivo ancora molto vicino facendomi provare un’esperienza per me nuova e fantastica!” ci scrive Giovanni G.

L’obiettivo era dare un’informazione generale ai ragazzi su come funziona il processo di selezione del personale. Lo abbiamo fatto tramite esercitazioni pratiche, simulazioni e giochi. Un esempio: il Selection Hackathon, dove i ragazzi si sono messi nei panni di un selezionatore con l’obiettivo di individuare nuovi metodi per valutare le competenze di un candidato. Le idee emerse sono state sorprendenti! La partecipazione si è rivelata sopra ogni aspettativa, come dimostrano i numerosi messaggi di apprezzamento condivisi sulla piattaforma, dal vivo, e sui vari social. Entusiaste anche le aziende che, grazie all’iniziativa, sono venute in contatto con i ragazzi: “Questa esperienza ci ha portato una vera boccata di ossigeno” racconta Barbara Spangaro, Responsabile Svilippo Risorse Umane & Welfare presso SEA Aeroporti di Milano. E ancora: “E’ stata un’interessante e divertente occasione di confronto…molto stimolante!” continua Monica Barbarossa, Social Recruiter presso Intesa San Paolo.

Al workshop hanno preso parte anche i ragazzi delle due classi del liceo Montale di Roma coinvolte nel progetto pilota “Adotta una scuola” che quest’anno ha visto SACE in prima linea. “Per le aziende Push to Open, e la sua articolazione Adotta una Scuola, è una grande opportunità per creare un ponte con il mondo dei giovani e per condividere con loro il valore creato quotidianamente. È un programma impegnativo per le aziende, ma consente di mantenere un contatto vivo con le generazioni del futuro e di adempiere ad un compito di responsabilità sociale fondamentale” , sottolinea Paolo Cerino, responsabile Csr di SACE.

Commenti entusiasti anche dalla preside del liceo romano, la Prof.ssa Raffaella Massecesi: “I ragazzi del Montale hanno dichiarato quasi coralmente “Fate più workshop!! “… i miei studenti sono rimasti positivamente colpiti dal fatto di essere stati trattati come adulti e per molti di loro è stata la prima volta….tutto questo li ha da un lato fatti sentire importanti, dall’altro ha fatto provare loro la responsabilità delle scelte che si accingono a compiere”.

Ma è soprattutto il calore e  la voglia dei ragazzi di scoprire cose che a scuola non si insegnano che ci riempie di gioia e ci ripaga di tutti gli sforzi fatti, dandoci uno stimolo in più per proseguire con entusiasmo: “Oggi ho partecipato al workshop di Napoli. Nonostante abbia preso parte a numerosi progetti, questo è risultato il più interessante, e sicuramente quello che mi tornerà più utile. L’organizzazione è stata impeccabile, vorrei ringraziare tutti gli organizzatori e i partecipanti, per l’ottima riuscita!” Scrive Vittorio A.

Orientare e supportare ragazzi e genitori nell’affrontare il futuro, quale università scegliere, aiutarli a scoprire cos’è il lavoro e come sta cambiando, come si cerca e come si inventa. Questa è la missione di Jointly Push to Open, percorso di avvicinamento al lavoro per studenti di quarta e quinta superiore, giunto ormai alla terza edizione. Jointly Push to Open è progettato da esperti in gestione di risorse umane e realizzato con modalità innovative. Il percorso offerto dalle aziende della rete Jointly ai figli dei propri collaboratori è composto da sessioni live workshop in azienda (Push to Open on the road). I ragazzi possono interagire in tempo reale e fare domande a protagonisti del mondo del lavoro, con modalità multimediali (live streaming, direct messaging, Facebook Community). La tecnologia rende il dibattito più vivo ed informale e abbatte le barriere geografiche.

Scopri di più su Jointly Push to Open https://goo.gl/w8Yiw3

Share: