Volontariato di impresa: una frontiera tra Sostenibilità, Engagement, Welfare e Immagine

Volontariato di impresa

 

Vi è ormai una tradizione consolidata nello sviluppo di partnership tra Imprese e Comunità, anche se alle volte le iniziative a favore delle Comunità da parte delle aziende sono realizzate senza un fil rouge che le lega, solo per una sensibilità del singolo manager e non per una strategia della impresa. Inoltre, Relazioni Esterne, Risorse Umane, Sostenibilità, Marketing Sociale sono spesso affidate a settori diversi, senza che la mano destra sappia cosa faccia la sinistra, vanificando così il lavoro svolto. Per Volontariato di Impresa, comunemente si intende un’attività che va oltre il proprio core business, a supporto delle Organizzazioni ONG, Non Profit, Scuole & Università, Dipartimenti Governativi con scopi sociali come salute o educazione per affrontare una vasta serie di problemi nelle “comunità” dove le imprese operano. Le attività di Investimento nella Comunità, per essere efficaci, devono essere accuratamente mappate e pianificate e nella partnership tra impresa e comunità la massima efficacia si ottiene quando gli obiettivi sociali ed economici dell’impresa convergono con gli interessi dei soggetti sociali e istituzionali coinvolti.

 

Gli investimenti nella Comunità possono avvenire attraverso:

  • Donazioni in denaro e sponsorizzazioni
  • Tempo e competenze del personale dell’Impresa (staff involvement)
  • Donazione e/o messa a disposizione di beni materiali ed immateriali

 

Come si può vedere già da questa descrizione, appaiono totalmente diverse  le modalità e soprattutto le finalità del Volontariato di impresa. Il primo e il terzo punto sono inseriti genericamente nel  “volontariato” ma appaiono più attività per rafforzare l’immagine e la comunicazione dell’azienda. Ci soffermeremo maggiormente sul punto due, che attiene al coinvolgimento dei collaboratori di un’azienda nelle attività di volontariato.

 

In questo caso la collaborazione tra imprese e associazioni si può concretizzare attraverso:

  • La messa a disposizione di competenze specifiche e trasferimento di know-how (i manager/quadri aziendali offrono le proprie competenze ad es. ad un ente non profit)
  • Il distacco temporaneo del personale a supporto di progetti delle organizzazioni non profit attraverso permessi retribuiti /ferie dei collaboratori
  • La partecipazione a eventi locali (es: raccolta fondi, interventi sull’ambiente…)
  • L’organizzazione della “Giornata del volontariato aziendale” a supporto di una o più organizzazioni non profit
  • Il supporto a programmi educativi nelle scuole
  • La partecipazione a programmi educativi verso l’intera cittadinanza organizzati dalle istituzioni locali
  • Banchetti di organizzazioni non profit nelle sedi aziendali per raccolta fondi
  • Non ultimo la formazione per il personale sulla via della pensione ad avere un distacco soft dal mondo del lavoro preparandolo a dare il loro apporto ad associazioni di volontariato

 

I possibili benefici per le Imprese possono essere:

  • Motivazione, sviluppo e fidelizzazione del personale
  • Un cambiamento di orizzonti e di mentalità da parte del personale interessato
  • Fare squadra
  • Consenso e visibilità presso la comunità locale
  • Sviluppo di reti sul territorio in cui si opera
  • Valorizzazione di reputazione e fiducia e miglioramento delle relazioni con gli stakeholder

 

I possibili benefici per le Organizzazioni e la Comunità:

  • Promozione e conoscenza della propria organizzazione in contesti differenti rispetto ai propri canali abituali
  • Più risorse per affrontare i problemi sociali
  • Competenze innovative per realizzare interventi sociali più efficaci
  • Acquisizione di nuovi volontari
  • Creazione di relazioni sociali stabili tra lavoratori, imprese, territorio e ambiente

 

Come si può vedere il tema ha mille sfaccettature ed ogni impresa profit e non profit e il personale possono prendere il meglio da questa  esperienza  e declinarla nel modo più opportuno secondo le necessità di ognuno, offrendo indirettamente formazione sul campo, change management, conoscenza più in profondità dei propri stakeholders e del Territorio e molto altro. Desideri approfondire il tema del Volontariato di impresa? Scrivi una mail a fabio.galluccio@jointly.pro

Share: