Siamo la prima startup innovativa a vocazione sociale del welfare aziendale

Startup di welfare aziendale

Un modello di welfare aziendale inclusivo che si faccia carico dei reali bisogni delle persone e che grazie a una rete virtuosa di operatori sociali generi un impatto positivo sull’intera filiera: dipendenti, azienda, territorio, imprese e cooperative sociali. È questa la nostra mission, ed è per questo che siamo la prima start up innovativa a vocazione sociale del welfare aziendale.

Un’impresa che nasce dalla volontà delle due donne che l’hanno fondata, Francesca Rizzi e Anna Zattoni, di voler “dare risposta a un bisogno sempre più importante nella società, quello di un welfare più inclusivo e fatto su misura dei reali bisogni delle persone”.

Essere una start up a vocazione sociale del welfare aziendale vuol dire impegnarsi affinché la propria attività crei un vero e proprio circolo virtuoso del welfare: accompagnando i lavoratori e le aziende verso modelli di impresa maggiormente vicini alle esigenze delle persone, alla sostenibilità e a un business più partecipato.

Per farlo stiamo creando una rete di servizi sul territorio che incentivino lo sviluppo a livello locale di un welfare territoriale condiviso tra aziende, persone, famiglie ed enti che erogano servizi, pubblici e del privato sociale. Attraverso la rete, nella logica dei gruppi di acquisto, stiamo dando la possibilità anche alle PMI italiane di accedere a servizi di welfare di norma “riservati” alle grandi aziende. Stiamo cercando di arginare la fuoriuscita delle donne dal mondo del lavoro, offrendo servizi di welfare dedicati all’infanzia (come Kid in Town o Primi Anni), ma anche servizi alla cura di familiari anziani o non autosufficienti (come Fragibilità). Ci stiamo impegnando nel migliorare l’occupabilità dei giovani, offrendo loro programmi di orientamento nati per favorire scelte più consapevoli sui giusti percorsi di studio da intraprendere per inserirsi nel mondo del lavoro.

I progetti che abbiamo attivato sono molti e con un notevole impatto positivo sulla vita delle persone coinvolte: semplificando la quotidianità di chi lavora vogliamo dare un supporto su misura e concreto a chi deve conciliare il lavoro con altri ruoli nella vita privata, senza che nessuno debba sacrificare né l’uno né l’altro.

Share: