Vivere per lavorare o lavorare per vivere?

Dipendenza da lavoro

Si chiama dipendenza da lavoro (o workaholism), indica un bisogno incontrollabile di lavorare continuamente e da qualche anno rientra tra le nuove dipendenze. Quando la passione per il proprio lavoro diventa incontrollabile? Come si può agire per identificare subito i sintomi?

Una recente canzone sanremese (Una vita in vacanza, Lo stato Sociale) in modo ironico dice “Vivere per lavorare o lavorare per vivere?” e ci fa riflettere sulla differenza sostanziale che c’è tra un lavoratore che lavora e trova gli spazi per vivere la propria vita e un lavoratore che vive esclusivamente per lavorare senza avere più il bisogno di nutrire i propri spazi personali.

Una nuova dipendenza?

La sindrome da workaholism è stata catalogata recentemente tra le New Addiction. Tuttavia si differenzia dalle classiche dipendenze comportamentali poiché è una dipendenza senza uso di sostanze. Ma il comportamento della persona dipendente da lavoro (workaholic o work addicted) è analogo a quello di chi utilizza sostanze stupefacenti: non riesce a smettere di lavorare, se lo fa, accusa sintomi simili a quelli di una vera e propria crisi di astinenza (ansia, depressione, irascibilità) e deve lavorare sempre di più per sentirsi bene, al punto che non si lamenta e sembra non soffrire per i sacrifici fatti. A differenza delle altre forme di dipendenza, la dipendenza dal lavoro non porta benefici immediati, il lavoro richiede anzi uno sforzo, ma si instaura a partire da ricompense secondarie, il piacere indiretto dell’azione lavorativa protratta e ripetuta.

Quali sono i sintomi?

  • Tempo eccessivo dedicato al lavoro, per scelta personale 
  • Costanti preoccupazioni e pensieri riguardanti il proprio lavoro
  • Eccessivo uso di sostanze stimolanti come per esempio la caffeina
  • Sintomi di astinenza quando si è impossibilitati a svolgere il proprio lavoro

Quali sono gli effetti?

La workaholism provoca effetti gravi che non interessano solo la vita lavorativa e che possono incidere a livello psicologico, fisico e relazionale, portando a: 

  • Forte ansia,
  • Atteggiamenti ossessivi-compulsivi
  • Disturbi del sonno e perfezionismo maniacale
  • Disturbi cardiocircolatori ed emicrania,
  • Problemi a livello muscolare e gastrointestinale
  • Isolamento,
  • Scarsa affettività

 

Come affrontarla?

La dipendenza dal lavoro oggi è ancora un fenomeno sottovalutato e poco riconosciuto nell’ambito del disagio psicologico e da ciò ne deriva che essa viene diagnosticata solo quando è associata ad altre problematiche psichiche o fisiche. Nella dipendenza dal lavoro quello che manca è anche il semplice desiderio di fare qualcosa che per il momento non è possibile fare a causa degli impegni lavorativi e l‘ostacolo maggiore è il fatto che tale  dipendenza è in realtà socialmente accettata: una dipendenza difficile da diagnosticare, in quanto riguarda il lavoro, un’attività necessaria per vivere ed un mezzo di affermazione nel sociale.

Affrontare questo tipo di problema significa ridimensionare i tempi e gli spazi da dedicare alla vita lavorativa, riscoprendo e svolgendo altre attività, mediante le quali è possibile cominciare a prendersi nuove soddisfazioni e disegnare nuovi obiettivi personali.

 

Qualche suggerimento pratico

  1. Pianificate il vostro tempo, sia le ore da dedicare al lavoro sia le ore da dedicare al tempo libero
  2. Non portate il lavoro a casa
  3. Dedicate il vostro tempo ad attività piacevoli che vi rilassano e vi fanno stare bene
  4. Rivolgetevi ad uno psicologo se vi accorgete che vi sta sfuggendo di mano il vostro benessere

________________

Articolo scritto e curato dalla Dott.ssa Paola Arisci (psicologa e specialista in consulenza su stress da lavoro correlato, orientamento scolastico professionale e potenziamento delle abilità personali) del nostro partner Helpsy. Helpsy è un portale che mira al benessere psicologico delle persone garantendo l’accesso al supporto psicologico via webcam in maniera sicura ed immediata con l’ausilio di psicologi attentamente formati e selezionati, operante sia in ambito consumer che per clienti business. Puoi trovare tutti i servizi di Helpsy anche all’interno della nostra offerta dedicata al benessere della persona.

 

Lavori in un’azienda e sei interessato a questo articolo? Condividilo con il tuo referente aziendale

Sei un Hr manager e desideri maggiori informazioni sull’offerta Jointly dedicata al benessere psicologico? Contattaci

Share: