Ecco l’era del Welfare 2.0: tecnologico, intelligente e…a portata di smartphone!

Il Welfare 2.0


Welfare e tecnologia: nell’era degli ”iperconnessi” è fondamentale fornire la massima modularità e semplicità nell’erogazione dei servizi e nella circolazione delle buone pratiche aziendali. Jointly nasce proprio con l’intento di ”connettere” le aziende, i partner e le persone a questo mondo fatto di relazioni e di risposte ai bisogni quotidiani. Il nostro partner Easy Life, con famil.care , ci illustra i molti vantaggi di questo connubio virtuoso.


Ecco il Welfare 2.0: servizi, serenità e sicurezza: il work – life balance a portata di…smartphone. 

Conciliare il tempo dedicato ai propri cari e quello dedicato al lavoro è un problema presente da diversi anni nella maggioranza delle famiglie, ma grazie ai trend tecnologici più recenti è divenuto possibile congiungere le due realtà con servizi a “portata di mano”.

Si tratta infatti di tecnologia intelligente, costruita sulla base delle esigenze reali dei singoli individui: restare vicino alla propria famiglia anche a distanza, ed assicurarsi che siano sempre sereni e al sicuro. Di conseguenza è oggi possibile sfruttare il potenziale tecnologico, legato alle iniziative di Welfare Aziendale e alla collaborazione con Jointly per il benessere di tutti i dipendenti e delle loro famiglie.

L’obiettivo è quello di permettere sempre di sapere in tempo reale se i propri familiari, anziani e bambini, stiano bene.

 

Semplice, intelligente e tecnologico

E per farlo è possibile utilizzando il proprio smartphone, senza l’impiego di ulteriori mezzi tecnologici. Un vero e proprio servizio ”a portata di mano”, che avvisa soltanto quando il genitore anziano il proprio figlio sono in pericolo.

Lo smartphone, oggi, diventa a tutti gli effetti un assistente per il Welfare 2.0; disponibile h/24 ed utile per restare tranquilli anche fuori casa, in ufficio o in riunione.

Vuoi maggiori informazioni o conoscere i servizi di Jointly: Clicca Qui


famil.care è un’innovativa piattaforma digitale che permette ai “care giver” di proteggere i propri cari anche a distanza, accompagnandoli nella quotidianità e assistendoli nell’emergenza; inviando automaticamente un messaggio (in caso di caduta o pericolo, indicando anche il luogo); o attivando da remoto e in viva voce l’altoparlante/microfono dello smartphone dell’anziano o del bambino.

Share: