Parte l’Osservatorio sul Welfare Aziendale: firmato a Todi l’atto costitutivo

Osservatorio Welfare Aziendale

L’Osservatorio sul Welfare Aziendale muove il suo primo, fondamentale, passo. E’ nato a Todi su iniziativa del Comune e del Movimento per la Vita dell’Umbria, con il supporto di Elcom System Spa, del Collegio dei consulenti del lavoro della provincia di Perugia e di Jointly-Il welfare condiviso. Il Comitato Promotore; apartitico e denominato ”Osservatorio sul welfare aziendale” avrà L’obiettivo di promuovere una cultura del welfare aziendale sul territorio umbro, con l’ambizione di aumentare il benessere delle persone dentro e fuori l’azienda; favorendo la condivisione delle buone pratiche già esistenti e incoraggiando l’incontro fra mondo imprenditoriale, amministrazioni locali e realtà del terzo settore.


LA STORIA DI UN’IDEA CHE SI REALIZZA

L’idea nasce alcuni anni fa. Lanciata durante un convegno da Fabio Galluccio (Co-founder – Jointly); raccolta da Vincenzo Silvestrelli del Movimento per la Vita, che l’ha rilanciata al Comune di Todi che ha deciso di patrocinarla con entusiasmo.

L’Osservatorio vuole raccogliere dati e buone pratiche e vuol diventare punto di riferimento soprattutto per le PMI sui temi del welfare aziendale. Con le due ultime leggi di  stabilità, infatti,  ha avuto un notevole ampliamento dei servizi offerti ed una copartecipazione dei Sindacati nelle politiche e strategie sul welfare, sulla conciliazione vita privata -vita lavorativa e benessere delle persone, anche per fare rete e alleanze su questi temi.

WELFARE E TERRITORIO

Ma anche verificare in un territorio come quello umbro come le misure di welfare adottate dalle aziende non solo sono spesso le migliori; ma anche vantaggiose sul piano dell’efficienza e della capacità di far fronte alle difficoltà del mercato globale; generando occupazione e progettualità in quello che viene ormai definito comunemente welfare territoriale e generativo.

In Umbria la tradizione delle aziende che guardano il benessere delle persone  vanta diversi esempi. La storia di Luisa Spagnoli e della Perugina; il nuovo umanesimo di Brunello Cucinelli e lo splendido borgo di Solomeo; o le iniziative della stessa  Elcom System Spa; che ha subito aderito alla iniziativa.

Le amministrazioni locali sono sempre più spesso, nonostante le pochissime risorse, in prima linea nel far fronte al disagio causato dalla mancanza di lavoro, e per questo motivo il Comune di Todi ha sentito il dovere e la necessità di intraprendere azioni anche sul fronte della promozione delle iniziative private di welfare. La creazione di una rete fra amministrazioni locali, associazioni e realtà del settore può inoltre facilitare la ricostruzione di una rete virtuosa; che superi l’individualismo e sostenga la solidarietà in maniera non episodica.

DIFFUSIONE DI BUONE PRATICHE AZIENDALI

Le realtà costituenti l’Osservatorio si impegneranno a favorire azioni positive che sostengano la diffusione nelle aziende di iniziative di welfare in grado di aiutare le  persone (dai single ai nuclei familiari e non) in ambiti come la sanità e l’assistenza a parenti bisognosi, l’educazione dei figli, l’adozione di orari di lavoro flessibili, nonché nel sostegno alle spese per gli asili e i centri estivi. Il tutto per migliorare le condizioni di vita delle persone dentro e fuori l’azienda.

APERTI A TUTTI GLI ATTORI SOCIALI, ISTITUZIONALI ED IMPRENDITORIALI

L’Osservatorio sostiene il disegno di legge regionale per la costituzione di una analoga struttura sul welfare aziendale promossa dal consiglio regionale dell’Umbria e valuterà di sciogliersi ove esso realizzi in ambito istituzionale le stesse finalità. Nella prima fase, il comitato promotore si propone di ampliare il numero dei soci con l’adesione di aziende, associazioni di categoria, sindacati e di organizzare un’iniziativa il prossimo autunno per far conoscere alcuni esempi di welfare aziendale e per creare un portale istituzionale dove essi siano presentati per facilitarne la conoscenza


SE ANCHE LA TUA ORGANIZZAZIONE VUOLE ENTRARE IN CONTATTO CON NOI O FAR PARTE DELL’OSSERVATORIO SUL WELFARE AZIENDALE, SCRIVI A  fabio.galluccio@jointly.pro

Share: