Caregiver Familiari: informare, formare e sostenere

Diritti dei Caregiver

Il nostro partner Anziani e non Solo è in prima linea sin dal 2011 nella promozione delle giornate della comunità locale dedicate al caregiver realizzando annualmente il CAREGIVER DAY:  insieme di eventi informativi, formativi, culturali finalizzati a sensibilizzare la comunità sulla condizione del caregiver familiare. Oggi, 4 maggio, si inaugura l’edizione 2018. In questo contesto ci sembra  importante ricordare quali siano i diritti dei caregiver e come possiamo sostenerli nella loro missione di cura giornaliera.

LA TESTIMONIANZA DI VERA : “Ho 40 anni, il mio impegno di cura è iniziato circa 20 anni fa a seguito di un incidente occorso ai miei genitori. Negli anni la loro condizione fisica è peggiorata ed ora necessitano ancor più di aiuto. Un aiuto che faticosamente riesco a sostenere, avendo  pesanti impegni di lavoro ed una mia famiglia. In tutto questo accumulo stanchezza fisica, stress, dimenticandomi delle mie esigenze e di quelle della mia famiglia. 

 

La crescita esponenziale della popolazione anziana, lo sviluppo di patologie croniche, spesso degenerative (come ad esempio il Morbo di Alzheimer, il Morbo di Parkinson…), esprimono un bisogno assistenziale che si protrae in media  per 10-12 anni e a cui in Italia fanno fronte oltre 7 milioni di familiari, un quarto dei quali (prevalentemente donne) con un carico di cura superiore alle 20 ore settimanali.

Si tratta di un responsabilità emotivamente e fisicamente molto pesante e che spesso non trova forme di conciliazione sia con l’attività lavorativa, sia con quella prettamente familiare determinando situazioni di stress, di depressione e di isolamento sociale.

Recentemente nel nostro Paese grazie ad un forte movimento “dal basso”, si è pervenuti a livello regionale (Emilia Romagna, Campania, Abruzzo) ad un riconoscimento del ruolo del familiare caregiver e di alcuni diritti esigibili da quest’ultimo ; scopriamo brevemente quali sono:

  1. Diritto all’informazione: informazione sulla condizione dell’assistito, sul ruolo/responsabilità/compiti di chi assume la funzione di  caregiver, sui servizi in essere sul territorio e sulle relative modalità di accesso.
  2. Diritto alla formazione: una formazione accessibile, facilmente fruibile e personalizzabile, in grado di dare al familiare adeguate indicazioni su cosa e come fare per accompagnare l’azione di cura.
  3. Diritto al sostegno psicologico, alle  dimissioni protette, al sollievo programmato, all’ intervento in situazioni di emergenza ed alla definizione di un piano assistenziale in cui, a fianco dell’impegno del familiare, risultino con chiarezza funzioni, compiti, prestazioni rese da operatori sanitari, sociali, socio-assistenziali.

A queste richieste fondamentali va sommata anche la possibilità di favorire lo scambio di esperienze e forme di mutuo aiuto tra caregiver e di poter contare su adeguate politiche di conciliazione: occorre fare sì che la persona che fornisce cura personale, sostegno ed assistenza ad una persona cara che ha bisogni speciali per disabilità, malattie mentali o croniche sia adeguatamente sostenuta. Nella legislatura recentemente conclusa, per la prima volta nella storia del nostro Paese, è stato istituito un Fondo nazionale per il sostegno del ruolo di cura e di assistenza del caregiver familiare. Un Fondo che però,  per essere attivato, richiede l’approvazione di uno specifico testo con forza di legge.  

Con il suo ascolto attivo e  orientamento ai servizi il progetto Fragibilità di Jointly ha come obiettivo quello di riconoscere e valorizzare il lavoro di cura prestato dai caregiver familiari contribuendo a dar loro le informazionil’assistenza e l’aiuto di cui necessitano per una cura, completa, continuativa e di qualità.

Sei un caregiver? Consiglia Fragibilità alla tua azienda!

Vuoi maggiori informazioni? Scrivi a info@jointly.pro

_______

Articolo scritto e curato dal nostro partner Anziani e non solo, società cooperativa sociale che opera nel settore dell’innovazione sociale con specifico riferimento alla progettazione e realizzazione di interventi, prodotti e servizi nel campo del welfare, della formazione e sensibilizzazione sui temi legati ai caregiver.

Share: