Il piacere di essere Diversi

Murales sulla diversità

Riceviamo con piacere e pubblichiamo queste considerazioni scritte da Marcella Loporchio, HR Consultant e Co-Fondatrice di HREVOLUTION, conosciuta in occasione dell’evento ‘‘Future of Work” dello scorso 28 marzo 2019 a cui abbiamo partecipato. Considerazioni che ci trovano in sintonia e che hanno l’intento e la voglia di porre l’accento sulla valorizzazione dei talenti e del talento al di là di ogni genere, orientamento o funzione lavorativa; ribadendo l’importanza del ”Fare rete” non rinunciando alle proprie identità, insomma, di non aver paura di essere se stessi, nel lavoro e nella vita di tutti i giorni.


Quante volte…

ci troviamo in contesti organizzativi dove il nostro essere è messo a dura prova. Non ci sentiamo a nostro agio, mettiamo in dubbio le nostre competenze, i nostri saperi. Eppure, il nostro interlocutore, è semplicemente una persona che forse è pagata per giudicarci o forse, per il ruolo che ricopre, pensa di avere il diritto di farci sentire inferiori.

Eppure le aziende oggi non cercano più solo “yes man o woman” ma persone capaci di avere un proprio pensiero, una propria integrità e che sappiano reagire e reggere ,anche a pressioni esercitate da chi non sa far altro che esercitare il potere con la sottomissione.

In tutto questo l’essere donna, competente e in gamba, non aiuta molto. Sembra un lamento di una persona che non riesce a realizzarsi eppure non è così. Chi mi conosce sa bene che non ho di questi problemi, sono conosciuta, apprezzata per le mie competenze e considerata una persona brillante e affidabile. Ma “io voglio” che il sistema cambi.

Che non ci sia più la necessità di dover promuovere il proprio Lavoro come un venditore porta a porta – con tanto di rispetto per chi svolge questa attività – vorrei che fossero riconosciuti i sacrifici, apprezzato il talento, dato risalto al merito anche attraverso un giusto compenso.

Invece, ogni giorno, ci troviamo a doverci barcamenare tra un sistema che vuole tanto, offre poco e paga meno. Tra aziende che tentano e ci provano a speculare, professionisti che accettano il ribasso – accontentandosi di due noccioline (Marco Montemagno docet) – imprenditori che usano le competenze come merce di scambio a fini personali.

Ma il sistema, ne sono certa, può cambiare e qualcosa si vede. Ed allora iniziamo a guardare oltre, a fare rete, a non aver paura di esprimere ciò che valiamo.

Io voglio, io sono


di: Marcella Loporchio –  HR Consultant e Co-Fondatrice di HREVOLUTION

Share: