Stress lavoro correlato: 5 modi per fronteggiarlo

stress lavoro correlato

Si stima che almeno un lavoratore italiano su cinque lo abbia sperimentato. E’ lo stress lavoro – correlato che si manifesta quando le richieste lavorative si assommano o sono sproporzionate alla capacità psico/fisica del lavoratore a farvi fronte. Misure di Welfare aziendale come il counseling psicologico, il team building, l’analisi di clima e le misure di conciliazione vita privata/ lavorativa possono dare un aiuto concreto. Oggi con il nostro partner Helpsy vi diamo 5 consigli per aiutarvi ad identificare questi stati d’animo e contrastarli prima che possano sfociare in una vera e propria forma di stress.  

“Sono stressato dal mio lavoro”, “non ce la faccio più a lavorare sono esaurito”, quante volte abbiamo detto o sentito dire queste affermazioni nella nostra vita lavorativa? Sicuramente tante volte ma non sempre è stress, alle volte può essere solo un momento di stanchezza. In questo articolo vediamo di capire meglio quando invece si tratta proprio di stress.

 

Cosa si intende per stress lavoro-correlato?

Lo stress da lavoro è sempre più diffuso nella nostra società votata essenzialmente al lavoro, dove efficienza e produttività sono capacità sempre più richieste.

In generale lo stress può avere una valenza positiva (eustress) cioè essere una forma di energia positiva che serve per mantenerci attivi e reattivi. Ma può avere anche una valenza negativa (il distress) quando provoca, nella persona che ne è colpita, una tensione tale che le impedisce di affrontare la propria vita in modo sereno.

Lo stress non è una malattia, ma una risposta del nostro organismo alle richieste ritenute eccessive dell’ambiente esterno, che se protratte nel tempo assumono carattere patologico.

Pertanto se parliamo di ambiente di lavoro parliamo di stress lavoro-correlato, ossia quando il lavoratore percepisce che le richieste della sua attività sono più grandi della sua capacità di farvi fronte.

 

Quando lo stress diventa un problema?

Voglio comunque sottolineare che lo stress rappresenta un problema solo quando si prolunga nel tempo, infatti in certi periodi possono esserci dei momenti lavorativi/organizzativi in cui ci è richiesto un maggiore impegno, investimento e sforzo in cui è normale per esempio accusare stanchezza o ansia

Lo stress lavoro-correlato può colpire in qualunque luogo di lavoro e qualunque lavoratore può esserne colpito, a prescindere dalla dimensione dell’azienda, dal settore di appartenenza o dal tipo di contratto. Ma è anche vero che nelle stesse condizioni non tutti i lavoratori lo manifestano, questo perché la componente individuale e soggettiva fa la differenza nella gestione dello stress.

 

I principali rischi dello stress lavoro-correlato?

I rischi di stress lavoro-correlato derivano da inadeguate modalità di progettazione, organizzazione e gestione del lavoro. Alcuni esempi:

Rischi stress lavoro correlatoCome riconoscere lo stress lavoro-correlato?

I sintomi/segnali/indicatori della presenza/insorgenza di problemi di stress da lavoro correlato possono essere raggruppati in diverse categorie:

 

 

Sintomi stress lavoro correlato

 

I datori di lavoro (i quali hanno l’obbligo di rilevazione dello stress lavoro correlato sancito dal D.lgs 81/2008) devono tenere sotto controllo tutti i rischi riconducibili allo stress lavoro-correlato per salvaguardare la salute dei lavoratori.

5 consigli per affrontare lo stress lavoro-correlato

  • Evitare di farsi prendere dallo sconforto ed adoperarsi per trovare una soluzione, prima la si trova prima si eviteranno ulteriori complicazioni in ambito personale e lavorativo.
  • Evitare di prendere decisioni drastiche in balìa dello scoraggiamento, come per esempio dare le dimissioni.
  • Parlare con il proprio responsabile per spiegare il proprio disagio e trovare con lui eventuali soluzioni o rimedi per fronteggiarlo. E’ meglio avere un approccio collaborativo e propositivo per ottenere benefici più veloci ed efficaci.
  • Dedicare nell’arco della giornata del tempo a se stessi e al proprio benessere fisico e psicologico svolgendo attività che provocano relax e piacere.
  • Rivolgersi ad uno psicologo se si capisce che da soli non si riesce a fronteggiare lo stress. Il professionista darà il supporto necessario per affrontare e risolvere il problema.

Bibliografia

____________

Articolo scritto e curato dal nostro nostro partner Helpsy. Helpsy è un portale che mira al benessere psicologico delle persone garantendo l’accesso al supporto psicologico via webcam in maniera sicura ed immediata con l’ausilio di psicologi attentamente formati e selezionati, operante sia in ambito consumer che per clienti business. Puoi trovare tutti i servizi di Helpsy anche all’interno della nostra offerta dedicata al benessere della persona.

Share: